Privacy Policy Letture di viaggio - Lo Spazio di M - Il blog di Marina Tana

Letture di viaggio

by Lo Spazio di M
Letture di viaggio

I libri aiutano ad immergersi nell’esperienza, regalandoci preziose suggestioni e offrendoci spazio per approfondimenti sulla cultura, la storia, l’arte e la geografia dei luoghi visitati, sia nella fase di preparazione al viaggio, che lungo la strada. Compagni di viaggio silenziosi e insostituibili delle donne che viaggiano da sole.

Per ogni libro mi piace cercare e condividere una recensione, tratta da altri blog scritti da donne, che mi hanno colpito per la loro originalità e freschezza.

Cassandra

di Christa Wolf

Cassandra, la veggente figlia di Ecuba e di Priamo, racconta il tramonto e la rovina della sua città e si affollano alla memoria la traversata dell’Egeo in tempesta, l’arrivo a Troia delle Amazzoni, i delitti di Achille la bestia, la rottura con il padre Priamo accecato dal meccanismo inarrestabile della guerra, la vita delle comunità femminili sulle rive del fiume Scamandro, l’amore con Enea. 
«Sentivo Cassandra come una figura molto significativa per il nostro tempo. Durante un viaggio in Grecia ho visto Micene, ho vissuto con tutti i sensi il paesaggio che era stato di Cassandra. Mi ha interessato cogliere il punto cruciale, alla nascita della nostra cultura, in cui è cominciata quell’alienazione che adesso ci porta vicini all’autodistruzione. Mi ha interessato il momento in cui, con l’avvento della società patriarcale e gerarchica, l’espressione letteraria femminile sparisce per millenni». (Christa Wolf)
 
edizioni e/o

RECENSIONEqui (da Reading in the garden, blog dedicato a libri e fumetti, molto ben scritto)

VIAGGIO INGermania

Trama d’infanzia

di Christa Wolf

In Trama d’infanzia, che assieme a Cassandra è considerato il suo capolavoro, Christa Wolf racconta una storia emblematica di quella generazione di tedeschi cresciuta negli anni Trenta, sotto il Terzo Reich, spettatrice adolescente del trionfo e poi del crollo del nazismo. 

Nel corso di un viaggio nei luoghi dell’infanzia e attraverso un difficile lavoro di scavo nella memoria, l’autrice ricostruisce una saga appassionante: la storia di una bambina, Nelly, che cresce respirando i veleni del regime, e anche la storia dei tanti personaggi – zii, nonni, cugini, amici e nemici della famiglia, genitori, compagni di giochi e di studi, insegnanti, banali figure del nazismo «quotidiano» – che la memoria strappa al passato e fa rivivere.

edizioni e/o

RECENSIONE: qui  (da Letture in viaggio, un “blog di libri e di luoghi” con una meravigliosa pagina Instagram)

VIAGGIO INGermania

Neve sottile

di Jun’Ichiro Tanizaki

Il grande romanzo della maturità di Tanizaki: nelle sue pagine l’erotismo delle prime e delle ultime opere si arricchisce fino a una profonda ricognizione dell’esistenza umana.

Nel 1942 il governo giapponese imponeva la censura su Neve sottile, il romanzo che Junichirō Tanizaki stava pubblicando a puntate su una rivista: nelle sue pagine la guerra, minacciosa e inarrestabile marea, suscitava nei personaggi sgomento e preoccupazione, non il fervore dell’allineamento. Tanizaki era ben lontano dall’urgenza degli eventi: nella storia di quattro sorelle di Osaka, degli equilibri e squilibri affettivi che giocano in seno alle famiglie, straordinaria è l’intensità dell’esperienza psicologica; mai il racconto si aggiusta nei limiti angusti di una cronaca. Ma c’è di più. Il confronto fra il modello occidentale e le antiche tradizioni nipponiche si fa materia e motivazione delle scelte, emblema dei destini personali.

Guanda

RECENSIONEqui  (da Global Stories, un blog dedicato ai romanzi scritti da autori non occidentali) 

VIAGGIO IN: Giappone

Norwegian wood

di Haruki Murakami 

«La costruzione della scrittura di Murakami è cosí impalpabile e squisita che ogni cosa egli scelga di descrivere vibra di potenzialità simbolica: una camicia stesa ad asciugare, dei ritagli di carta, un fermaglio a forma di farfalla.» – The Guardian

Uno dei più clamorosi successi letterari giapponesi di tutti i tempi Norwegian wood è anche il libro più intimo, introspettivo di Murakami, che qui si stacca dalle atmosfere oniriche e surreali che lo hanno reso famoso, per esplorare il mondo in ombra dei sentimenti e della solitudine. Norwegian Wood è anche un grande romanzo sull’adolescenza, sul conflitto tra il desiderio di essere integrati nel mondo degli “altri” per entrare vittoriosi nella vita adulta e il bisogno irrinunciabile di essere se stessi, costi quel costi. Come il giovane Holden, Toru è continuamente assalito dal dubbio di aver sbagliato o poter sbagliare nelle sue scelte di vita e di amore, ma è anche guidato da un ostinato e personale senso della morale e da un’istintiva avversione per tutto ciò che sa di finto e costruito. Diviso tra due ragazze, Naoko e Midori, che lo attirano entrambe con forza irresistibile, Toru non può fare altro che decidere. O aspettare che la vita (e la morte) decidano per lui.

Einaudi

RECENSIONEqui – più che una recensione, una serie di articoli di approfondimento delle opere di Murakami (da Biblioteca Giapponese, una perla dedicata alla letteratura e cultura giapponese, che contiene numerosi approfondimenti e rimandi a testi gratuiti nella sua rubrica #leggereilgiappone

VIAGGIO IN: Giappone

You may also like

Lascia un commento